Festival 2016

Maree Sonore è una rassegna musicale aperta al jazz classico e d’avanguardia ma anche alle contaminazioni fra jazz e altre musiche. E’ organizzata dall’associazione culturale “Il Sestiere della Musica”, sotto la direzione artistica del docente dei corsi di jazz del conservatorio di Venezia Arrigo Cappelletti e in collaborazione con Veneto Jazz. Questa rassegna, ormai consolidato evento di fama internazionale, porterà il nome e il prestigio del conservatorio Benedetto Marcello anche in due serate del “Venezia jazz festival 2016”. 
La rassegna si svolgerà nella prestigiosa sala concerti di palazzo Pisani, nei giorni 15, 18, 20 e 22 luglio per un totale di 4 concerti dalle ore 20 alle ore 21:15. Questo palazzo, è una location d’eccezione, una delle più grandi meraviglie architettoniche di Venezia, sede del conservatorio di musica. L’apertura al pubblico è prevista per le 19.45, ora in cui si potrà partecipare, prima di assistere ai concerti, ad una visita guidata del seicentesco palazzo veneziano.
 
Le serate di questa edizione di “Maree Sonore 2016″ vanno a regalarci uno spaccato del mondo del jazz, e non solo, nazionale con alcuni preziosi ospiti internazionali. Imprescindibile la data con il trio del batterista americano Bruce Ditmas con un omaggio compositrice Carla Bley, accompagnato da Andrea Massaria alle chitarra e Alvise Seggi al cello e oud.
 
La meravigliosa voce di Heloisa “Luma” Lourenço con un omaggio al brasile, accompagnata per l’occassione dal talentuoso e raffinato pianista veneziano Matteo Alfonso.
 
Due serate che si preannunciano come due autentiche gemme della rassegna e saranno in collaborazione con Veneto Jazz. La prima, con il trio del talentuoso contrabbassista salentino Luca Alemanno, ad oggi l’unico italiano selezionato per far parte della classe della prestigiosa associazione americana Thelonious Monk Institute of jazz (2016-2018) di Los Angeles, insieme ad una ritmica d’eccezione con Claudio Filippini al piano e Nicola Angelucci alla batteria. Per finire il quartetto dell’eclettico pianista americano Aaron Goldberg con il suo nuovo progetto New York Quartet.
 
Sarà possibile acquistare i biglietti presso il Conservatorio di Venezia, in Campo S. Stefano, a partire dalle ore 17 del giorno del primo spettacolo. I posti non sono numerati, il costo del biglietto unico è di € 10.
 
Per informazioni chiamare: 3391604120 – 3289630453 - www.mareesonore.it

 

Venerdì 15 Luglio ore 20.00

Omaggio a Carla Bley

Bruce Ditmas batteria, Andrea Massaria chitarra ed effetti, Alvise Seggi contrabbasso, cello, oud ed effetti


Tre instancabili ricercatori ai confini tra jazz e sperimentazione sonora, tra ricerca timbrica e poliritmi, tra armonie dense e frammenti sonori. Musicisti dalle personalita’ ben distinte che dialogano tra loro con un profondo interplay e con uno spiccato senso della composizione istantanea per un progetto nuovo e sorprendente. Il trio propone temi dell’importante pianista e compositrice americana Carla Bley. Le composizioni della Bley sono, per i due musicisti, spunti dai quali partire per esplorare a fondo le potenzialita’ timbriche e sonore dei propri strumenti, nonche’ per sviluppare in maniera originale e personale gli aspetti armonici, melodici e ritmici delle composizioni stesse, e le improvvisazioni estemporanee costruite a partire da spunti ritmico/melodici e parafrasi tematiche, atmosfere evocative che sottolineano come il confine tra scrittura e improvvisazione sia spesso molto labile ed indefinito. 
“La musica improvvisata porta con se’ l’implicita pretesa che si partecipi al primo ascolto con la massima concentrazione; i musicisti stessi ascoltano la musica per la prima volta nell’istante in cui la suonano” (Derek Bailey). Questo e’ lo spirito con il quale Andrea, Bruce e Alvise affrontano la musica ed il repertorio qui proposto.

Americano classe ’46, Bruce Ditmas, nasce nel New Jersey ma cresce a Miami. Figlio d’arte, il padre era trombettista in una big band. Sin da giovanissimo suona con cantanti eccelse del calibro di Judy Garland, Sheila Jordan e Barbara Streisand. Negli anni ’70 diventa esponente di spicco dell’avanguardia newyorkese suonando con Paul Bley, Steve Kuhn, Jaco Pastorious e soprattutto con l’orchestra di Gil Evans presente in alcune incisioni, che costituiscono pietre miliari nella storia del jazz. Negli anni ’80 si stabilisce in Italia, suonando soprattutto con il quartetto di Enrico Rava. Ritornato negli Stati Uniti continua una brillante carriera di musicista nella “Big apple” dando vita a differenti formazioni e realizzando composizioni per il cinema e la televisione.

Bruce-DITMAS-the-carousel

Mercoledì 20 luglio ore 20.00

Brasil

Heloisa “Luma” Lourenço – voce e percussioni Matteo Alfonso – pianoforte

 

Personalità da vendere per questa poliedrica artista sudamericana, quella di Luma è una voce straordinaria. Già dal solo timbro caldo e avvolgente, si percepisce l’emozione che può trasmettere questa meravigliosa cantante, accompagnata per l’occassione dal talentuoso e raffinato pianista veneziano Matteo Alfonso. Il duo propone un repertorio in un omaggio alla tradizione musicale del Brasile con autori recenti, quali Chico Buarque, Djavan, Ivan Lins, Caetano Veloso ma anche storici come A. C. Jobim, D. Caymmi. Vengono anche proposti brani presi dalla cultura musicale caraibica (H. Belafonte), cubana e rivisitazioni di noti standard d’oltre oceano in chiave latino-americana. Si tratta di un concerto di grande livello musicale ma allo stesso tempo divertente e di impatto immediato. 

Heloisa Lourenço nasce fisicamente a Sao Paulo in Brasile, ma artisticamente in Francia a Parigi nel 1991, dove debutta insieme alla cantante Loalva Braz nel gruppo Kaoma. Ha collaborato con nomi quali Manu Dibango, Paul Persone, Richard Clayderman; ha sempre mantenuto alta l’attenzione su di sé sia in terra francese con vari concerti nella Grande Salle di Parigi, Bataclan, Divan Du Monde, New Morning, Blue Note e presenziando a grandi eventi internazionali quali l’apertura della festa della musica del Ministero della Giustizia, Africa Festival a Wurzburg in Germania, Hotel Mamounia (Marrackech), Festival de percussion de Konacry (Guinee). 

 Heloisa8agosto2014Casino0058

Lunedì 18 Luglio ore 20.00

Aaron Goldberg and New York Quartet

Aaron Goldberg – piano, Jeff Hirshfield – batteria, John Ellis – sax e Stefano Senni – contrabasso

A Venezia per il Summer Jazz Workshop di Veneto Jazz, Aaron Goldberg è uno dei pianisti che si sono messi più in vista negli ultimi anni, grazie anche alle sue partecipazioni in vari gruppi di Joshua Redman e nella band di Wynton Marsalis. Musicista molto solido e con un fraseggio pieno di drive, Goldberg possiede un forte senso ritmico, che conferisce alle sue esecuzioni un notevole dinamismo. Tutto questo è testimoniato dall’elenco delle sue collaborazioni, che comprendono tra gli altri Freddie Hubbard, Betty Carter, Nicholas Payton e Wynton Marsalis. 

info - http://www.aarongoldberg.com

Prenotazioni: Veneto Jazz jazz@venetojazz.com

 aaron_orig

Venerdì 22 Luglio ore 20.00

Luca Alemanno Trio

Luca Alemanno: contrabbasso, Claudio Filippini: piano, Nicola Angelucci: batteria

 

Luca Alemanno è il primo musicista italiano a  far parte del “Thelonius Monk Institute of Jazz Performance” di Los Angeles, prestigiosa istituzione americana considerata un tempio sacro del jazz. Nel febbraio 2016 ha infatti superato le audizioni , conquistando una giuria composta dai più famosi jazzisti del panorama internazionale: Wayne Shorter, Herbie Hancock, Jimmy Heath e Kenny Burrell. Componente stabile del Fabrizio Bosso 4et, del Nicola Conte Jazz Combo e del gruppo di Chiara Civello, Luca Alemanno si è fatto notare in Italia e all’estero anche grazie alle collaborazioni con Dee Dee Bridgewater, Joe Lovano, Stanley Jordan, Logan Richardson, Flavio Boltro, Kenwood Dennard, Jerry Bergonzi, Anne Ducros, Javier Girotto, Mark Giuliana e Benjamin Henocq.

 
 
Prenotazioni: Veneto Jazz jazz@venetojazz.com
 
alemanno
Share via email