Festival 2015

Anche quest’anno parte la rassegna musicale “Maree sonore” organizzata dall’associazione culturale “Il Sestiere della Musica”, sotto la direzione artistica del docente Arrigo Cappelletti e in collaborazione con Veneto jazz.
Questa rassegna, ormai consolidato evento di fama internazionale, porterà il nome e il prestigio del conservatorio Benedetto Marcello anche in due serate del “Venezia jazz festival 2015”.
Maree Sonore è una rassegna aperta al jazz classico e d’avanguardia ma anche alle contaminazioni fra jazz e altre musiche. Le serate di questa quarta edizione regalano uno spaccato del mondo del jazz, e non solo, con alcuni preziosi ospiti nazionali ed internazionali.
La rassegna si svolgerà nella prestigiosa sala concerti di palazzo Pisani, nei giorni 15, 17, 20 e 24 luglio 2015 per un totale di 4 concerti dalle ore 20 alle ore 21:30.
Questo Palazzo, è una location d’eccezione, una delle più grandi meraviglie architettoniche di Venezia, sede del conservatorio di musica, normalmente chiusa al pubblico.
Mercoledì 15 Arrigo Cappelletti, pianista e direttore del corso di jazz del conservatorio di Venezia, farà da padrone di casa con una serata importante dedicata al tango, nella quale spicca la presenza della cantante italo-argentina Annamaria Musajo, una delle più importanti interpreti del tango in Italia.
Da non perdere le altre tre serate: venerdì 17 con il progetto dedicato alle musiche del celebre compisitore Duke Ellington con il trio della raffinata cantante Alessia Obino, accompagnata da Matteo Alfonso al pianoforte e Alvise Seggi al cello e contrabbasso.
Si preannuncia come una vera e propria gemma la serata di lunedi 20 con il giovane e virtuoso pianista italiano Giovanni Guidi, uno dei talenti più originali nella scena del jazz europeo. A chiudere la rassegna venerdì 24 il portentoso quartetto di Uli Beckerhoff, uno dei più noti trombettisti europei, accompagnato da Richard Brenner al piano, Moritz Götzenal basso e Niklas Walter alla batteria.

Sarà possibile acquistare i biglietti presso il Conservatorio di Venezia, in Campo S. Stefano, a partire dalle ore 17 del giorno del primo spettacolo o con Prenotazione chiamando i seguenti numeri: mob. 3391604120 – 3289630453 – 041/5225604I posti non sono numerati, il costo del biglietto è € 10 intero, € 5 ridotto studenti.

 

Tutti i concerti, saranno preceduti da una visita al palazzo dalle ore 19.30

Info e programma dettagliato: www.mareesonore.it o sulla pagina Facebook

 

 

15 luglio 2015 ore 20.00 

ANNAMARIA MUSAJO e ARRIGO CAPPELLETTI

“DAL TANGO AL JAZZ”

Dai tanghi tradizionali, rivisitati in chiave jazz, a standards jazz e canzoni d’autore (Ivano Fossati, Pino Daniele, Luigi Tenco, Sting etc….) che si ispirano al tango argentino con Arrigo Cappelletti, jazzista e compositore che ha introdotto il tango jazz in Italia fin dagli anni ottanta, e la cantante italo-argentina Annamaria Musajo.

info: www.arrigocappelletti.it

ANNAMARIA MUSAJO

 

Annamaria Musajo_2

Annamaria Musajo

 

Italiana di nascita ma argentina di adozione, Annamaria Musajo, dopo svariate esperienze musicali si dedica al jazz formando un quartetto a suo nome e comincia ad esibirsi come cantante di questo genere già dal 1989. Si avvale alternativamente di musicisti dell’area milanese quali M. Detto, M. Pintori, L. Di Virgilio, A. Barattini, F. Faraò, R. Piccolo, T. Mangialajo, F. Finocchiaro, P. Paliaga. Collabora con alcuni musicisti jazz italiani come Piero Bassini, Antonio Scarano, Renato Sellani e più recentemente con Arrigo Cappelletti con il quale propone un repertorio che spazia dal tango al jazz.

Ha al suo attivo svariate partecipazioni a concerti jazz in club e teatri, concorsi, programmi presso emittenti radiofoniche, nonché seminari di jazz con Betty Carter nel ’91 e con Bob Stoloff, del Berklee College of Music of Boston, nel ’92). Stabilitasi in Argentina, forma un quintetto di jazz con prestigiosi musicisti locali. Durante la sua permanenza partecipa a trasmissioni televisive e nel luglio del ’96 viene chiamata comesupporter della cantante jazz brasiliana Leny Andrade.

Dopo il suo rientro in Italia, nel marzo 2000 forma con i chitarristi Pierluigi Ferrari e Andrea Moschetti un trio di musica argentina, proponendo una musica che abbraccia sia il tango prima maniera, sia le musiche tra le più rappresentative del patrimonio della musica folclorica argentina. Con questo trio con il quale ha recentemente inciso il Cd “S”u”ono Latino”, ha realizzato in questi ultimi anni numerosi concerti e recital nonché performance teatrali quali :“Tango Malandrino, canzoni e poesie per una notte” con la voce recitante di Annig Raimondi del Teatro Arsenale. Ha inciso a Buenos Aires nel 2004 il Cd di tango “VIVA il tango” (Ethnoworld). Ha recentemente partecipato alla pièce teatrale “Recital brechtiano” con la regia di Bruno Portesan, cantando brani dell’Opera da Tre Soldi”. Continua ad esibirsi in ambiti di jazz ma è soprattuto attiva come cantante di tango sia in trio che in quintetto.

 

17 luglio ore 20.00, sala concerti di palazzo Pisani

DUKE ELLINGTON’S SOUND OF LOVE

Alessia Obino voce – Matteo Alfonso pianoforte – Alvise Seggi violoncello/contrabbasso

Giocosa ed estemporanea rielaborazione di famosi brani di Duke Ellington, compositore, musicista e direttore d’orchestra tra i più imponenti della storia del jazz. La dimensione del trio costituisce uno spazio prezioso dove forma e libertà, arrangiamento e freschezza improvvisativa si incontrano. E’ questo il territorio privilegiato dai musicisti coinvolti in questo progetto, orientato verso la purezza interpretativa e il conviviale interplay musicale.

ALESSIA OBINO (voce)

Alessia Obino

Inizia il suo percorso musicale studiando canto e pianoforte presso diversi insegnanti privati. Frequenta i seminari intensivi tenuti da alcuni fra i più importanti vocalist stranieri ed italiani. Nel 2006 consegue il Diploma Accademico di primo livello presso il Conservatorio Tartini di Trieste e nel 2011 il Diploma Accademico

Sperimentale di 2° livello in Discipline musicali ad indirizzo interpretatico-compositivo presso il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza con il massimo dei voti.

Ha collaborato con numerosi musicisti del panorama jazz italiano ed internazionale tra i quali Elliott Sharp, Markus Stockhausen, Javier Girotto, Greg Burk, Peter Churchill, Gilad Atzmon per citarne alcuni e ha preso parte ad importanti rassegne in Italia e all’estero.

Nel 2009 ha inciso per l’etichetta Caligola il suo primo disco da leader intitolato Echoes firmando testi, composizioni ed arrangiamenti e più recentemente ha preso parte al progetto del batterista padovano Tommaso Cappellato Astral Travel incidendo l’album Cosm’ethic per la prestigiosa etichetta londinese Jazzrefreshed.

 

20 luglio 2015 ore 20.00

GIOVANNI GUIDI PIANO SOLO

Nasce a Foligno nel 1985. Studi iniziali di jazz con il pianista Ramberto Ciammarughi. Frequentando i seminari estivi di Siena, viene notato da Enrico Rava, che lo inserisce nel gruppo Rava Under 21, trasformatosi in seguito in Rava New Generation. Con quest’ultimo gruppo ha inciso nel 2006 e nel 2010 due Cd per l’Editoriale l’Espresso.
Attualmente , oltre alla collaborazione con i gruppi di Rava (PM Jazz Lab e Tribe), all’acclamatissimo duo Soupstar con Gianluca Petrella, il trio con il trombettista Luca Aquino e il percussionista Michele Rabbia, il quartetto co-diretto con il giovane enfant prodige del sassofono Mattia Cigalini, è leader di propri gruppi. Si è esibito in vari importanti festival: Umbria Jazz, Vicenza New Conversation, Zurich Nu Jazz, Umbria Jazz Balcanic Windows, Stavanger Mai Jazz, Jazzaldia, North Sea Jazz Festival, Molde Jazz, Le Mans Festival, Portland Jazz Festival, San Francisco Jazz Festival ed anche in teatri e club a New York, San Paolo, Rio De Janeiro, Buenos Aires, Brasilia, Salvador de Bahia, Dublino,Parigi, Londra, Monaco, Berlino, Seoul, Hong Kong. Il primo album a suo nome “ Tomorrow Never Knows” è stato pubblicato nell’agosto 06 per l’etichetta giapponese VENUS e recensito con cinque stelle dal mensile Swing Journal. Successivamente ha pubblicato quattro album con l’etichetta CAM JAZZ: i primi due “Indian Summer” e “The House Behind This One” in quartetto, “The Unknown Rebel” con una formazione allargata a dieci elementi e “We Don’t Live Here Anymore”, registrato a New York con Gianluca Petrella, Michael Blake, Thomas Morgan e Gerald Cleaver: E’ del 2013 il primo album registrato a suo nome per la prestigiosa ECM di Monaco: “City Of Broken Dreams” inciso in trio con Thomas Morgan e Joao Lobo. Per la stessa etichetta aveva precedentemente inciso due album con Enrico Rava: “Tribe” e “On The Dance Floor”. Ha vinto poi vari premi tra cui il referendum Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz , in cui è stato votato da una giuria composta da 58 giornalisti e critici musicali come miglior nuovo talento 2007. A Marzo 2015 verrà pubblicato “This Is The Day”, il nuovo album per ECM, inciso in trio con Thomas Morgan e Joao Lobo.

info: www.giovanniguidi.it

 

24 luglio 2015 ore 20.00

ULI BECKERHOFF 4TET

Uli Beckerhoff – Tromba Richard Brenner – Piano Moritz Götzen – Bass Niklas Walter – Drums
Uli Beckerhoff è uno dei più noti trombettisti europei. Collabora con musicisti internazionali: Dave Liebman, Adam Nussbaum, John Abercrombie, John Taylor, Maria Pia De Vito, Glauco Venier, John Scofield, Arild Andersen, Maria Joao, Kenny Wheeler, solo per citarne alcuni. Si è esibito in Sud America, Africa ed Europa in noti Festival. È su più di 50 Lp, CD e video. Come compositore scrive per film, radiodrammi e teatro, tra cui le orchestre sinfoniche, radio big band e piccoli ensemble.

E’ stato per 25 anni professore jazz “Folkwang University of Arts” di Essen in Germania. Per il suo nuovo quartetto, ha scelto tre ex studenti del suo laboratoprio, che sono alcuni tra i musicisti più talentuosi della giovane scena jazz tedesca. Il nuovo CD Heroes” è stato prodotto e pubblicato su etichetta americana TEMPO DOT registrato a New York, che rende impermeabile la qualità musicale di questa band. Beckerhoff si esibisce, con questi talentuosi giovani musicisti, in tour a giugno 2015 e prossimamente nel resto d’europa e in America.

info: www.ulrich-beckerhoff-jazz.com

Share via email